COME CREARE IL PROPRIO CURRICULUM

Quale è la strategia più efficace per redigere un buon Curriculum Vitae? Ecco qualche utile e prezioso suggerimento.

Presentazione e layout

Il CV deve presentarsi semplice e ben organizzato, con abbastanza spazio bianco per permetterne una agevole lettura. Un buon Curriculum non dovrebbe essere più lungo di 2 o 3 pagine, altrimenti rischiate che diventi troppo difficoltoso da interpretare correttamente, a meno che non dobbiate descrivere particolare progetti o pubblicazioni.
Utilizzate un font di facile lettura, consigliamo Arial, 10-12pt, caratteri classici senza corsivo, disegni oppure sfondi particolari. Gli elenchi puntati sono estremamente utili all'interno di un CV, perchè permettono di identificare più velocemente le informazioni rilevanti, mantenendo l'intero documento in ordine. Consigliamo di iniziare a scrivere ciascun punto elenco indicando l'attività che è stata svolta in quel determinato ruolo ("ho creato", "ho coordinato", "ho migliorato", ecc...).
Verificate più volte e con molta attenzione ciò che avete scritto, in modo da evitare spiacevoli errori di ortografia. Nel caso, potete anche farlo visionare da altre persone. Le società di Reclutamento sono inondate da così tanti CV ogni giorno che se il vostro risulterà particolarmente confusionario e disordinato potrebbe non essere preso in considerazione.

Struttura del CV

Nome e Cognome, Indirizzo e dettagli di contatto
Assicuratevi di inserire numeri di telefono ed indirizzi email che siano da voi utilizzati frequentemente, onde evitare di perdere l'occasione di essere contattati per un colloquio.

Nazionalità e permessi di lavoro
Se avete dei particolari permessi di soggiorno, inserite questa informazione, così i selezionatori sapranno da subito per quanto tempo sarete disponibili a lavorare in quel determinato Paese.

Profilo personale
Questo campo è opzionale, ma certo è una buona opportunità per evidenziare in poche righe quali sono le vostre aspirazioni professionali e quale valore aggiunto potreste apportare in una nuova realtà aziendale.

Competenze
Chi analizza il vostro CV potrebbe non avere troppo tempo a disposizione per leggere tutte le competenze che avete elencato. Per cui create una breve lista con punti elenchi in cui evidenzierete le principali, al fine di catturare l'attenzione del selezionatore. Se possibile, utilizzate gli stessi termini ed aggettivi che avete letto all'interno della descrizione dell'annuncio di lavoro per cui vi volete candidare.

Esperienze rilevanti
Questa è la vostra storia professionale, che racchiude ogni lavoro abbiate fatto in passato. Elencatele dalla più recente a quella più lontana nel tempo. Non lasciate mai un periodo temporale “vuoto”. Qualunque sia la motivazione o l'esperienza intercorsa, indicatela, altrimenti i selezionatori potrebbero insospettirsi di questa mancanza.

Percorso di studi e Formazione
Il percorso scolastico deve essere inserito in un ordine ben preciso: dall’esperienza più recente a quella più datata (ad esempio – gli studi Universitari è bene indicarli prima degli studi in Istituiti superiori). Indicate inoltre eventuali corsi di formazione che avete sostenuto negli anni.

Interessi
In questa sezione potrete indicare brevemente i vostri hobby ed interessi. Indicate solo ciò che realmente potrebbe essere rilevante con quella che è la cultura Hays.

Referenze
E' molto difficile trovare dei Curriculum in cui vengono indicate delle referenze. Meglio scrivere: "Referenze disponibili su richiesta".


 

  • Colloquio

Arrivare preparati
Informatevi sulle persone che dovrete incontrare e su come raggiungere il posto in cui è stato fissato il colloquio.
Prendete nota con cura dei recapiti del vostro contatto, preparate il vostro Curriculum e portatene una copia con voi.

Recatevi al colloquio con alcune informazioni sull’azienda in questione, dimostrando così che conoscete la loro realtà. Guardate anche siti di aziende concorrenti, leggete riviste specializzate, così da essere informati su ciò che accade nel settore.Volete sapere di più circa Hays? Un ottimo punto di partenza è il nostro sito internazionale Hays.com. Troverete al suo interno informazioni interessanti riguardanti la nostra realtà.
Rileggete bene il Curriculum, per essere capaci di dimostrare che corrisponde al profilo ricercato.

La prima impressione
Curate il vostro standing: la prima impressione è importante.
Dalla prima stretta di mano, il selezionatore cercherà di capire chi siete.
Siate cortesi con tutti coloro che incontrate: dalla Receptionist al Direttore, chiunque potrebbe dare una propria opinione ed influenzare il selezionatore nella scelta del candidato ideale.
Se vi vengono presentati altri interlocutori in fase di colloquio, guardateli quando li salutate, sorridete e ricordatevi i nomi, per poter rivolgervi a loro durante l’incontro.

Quando vi rivolgono delle domande
Rilassatevi ed immaginate di stare parlando con un amico
Dovete sapere ascoltare, certe volte le persone sono troppo emozionate e non riescono a concentrarsi. Mantenere un atteggiamento tranquillo vi permetterà di ascoltare meglio e, quindi, di rispondere meglio.
Prima di rispondere alle domande pensate bene a ciò che dovete dire ed al modo in cui dovrete esprimervi. Vi aiuterà a parlare con più fiducia in voi stessi
Prima del colloquio, provate a simulare il colloquio. Potreste registrarvi, ascoltare il tono della voce e/o valutare se parlate troppo velocemente
I gesti del corpo testimoniano la vostra sicurezza: se entusiasti, parlerete a gesti, ma attenti a non esagerare.
Se dite qualcosa che non volevate dire e pensate che possa “danneggiare” la vostra candidatura, rettificate e riformulate la frase in modo più preciso. Fatelo immediatamente, però, perché dopo non potrete tornare su questo punto.
Dovete essere sinceri per quanto riguarda i vostri punti di forza ed i punti deboli. Fate vedere che riconoscete i vostri limiti e fate di tutto per migliorarli
Se siete in difficoltà su qualche domanda, non esitate troppo, ma garbatamente chiedete se potete rispondere in un secondo momento

Domande da fare all’interlocutore
E’ l’occasione per esprimere il vostro entusiasmo ed interesse. E’ indispensabile preparare le domande che vorrete porre all’interlocutore, prima di presentarvi al colloquio:
Quante sono le altre persone della divisione? Quali saranno le mie responsabilità principali?
Ci sono possibilità di formazione in azienda?
La società ha dei piani d’espansione? Che conseguenze avranno su di me?
Sarò in contatto con altre divisioni, clienti o fornitori?

A conclusione del colloquio
Dovrebbero illustrarvi le successive fasi del processo di selezione. Se non lo fanno, chiedetelo voi.
Cercate di sapere se e quando vi contatteranno di nuovo, ma senza insistere. La maggior parte dei selezionatori non vogliono dare termini, prima di aver fatto il punto della situazione per ogni candidato
Assicuratevi che abbiano i vostri recapiti per eventualmente contattarvi in seguito
Alla fine del colloquio, ringraziate il vostro interlocutore per avervi dedicato tempo e salutatelo con una energica stretta di mano
Salutate ogni persona che avete incontrato
  

Hays Challenge

challenge_220

Hai quello che serve per avere successo nel mondo del recruiting?

Inizia il test

Career Navigator

careernav220

Quali sono le opportunità disponibili in Hays?

Scopritele subito

Candidarsi

© Hays Specialist Recruitment 2000 - 2013. All rights reserved.